Blog

Lo studio legale tributario Ferragina & Parisi opera, da circa venti anni, nel campo del diritto tributario, bancario e fallimentare.

Ammortamento alla francese e anatocismo: gutta cavat lapidem

Pubblichiamo recente sentenza n. 797 del 13 novembre 2018, resa dal Tribunale di Massa, che con approfondita disamina dimostra tutte le criticità connesse all’adozione dell’ammortamento alla francese e la conseguente nullità parziale del contratto di mutuo. La pronuncia, come anticipato, esamina criticamente le tesi espresse sul punto dalla giurisprudenza di merito e dimostra, con un…
Leggi tutto

Il nuovo processo tributario telematico

Il prossimo venerdì 30 novembre, alle ore 15,00, presso la sala convegni del Consorzio di Bonifica, in Catanzaro, si terrà il quarto incontro de “Le giornate del tributarista“, promosse dalla sezione Calabria dell’Associazione Nazionale Tributaristi Italiani. I temi della giornata sono i seguenti: atti impugnabili ed il nuovo processo tributario telematico. L’avv. Edoardo Ferragina interverrà…
Leggi tutto

Nuovo codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro della giustizia, ha approvato, in esame preliminare, un decreto legislativo che, in attuazione della legge 19 ottobre 2017, n. 155, introduce il nuovo Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza. Il Codice ha l’obiettivo di riformare in modo organico la disciplina delle procedure concorsuali, con due principali finalità:…
Leggi tutto

Errata rappresentazione del TAEG nei contratti di credito al consumo

Il Collegio di coordinamento dell’ABF, con pronuncia dell’8 novembre 2018, ribadisce che la clausola contenente un TAEG non corretto nei contratti di credito al consumo deve essere considerata nulla e che a tale nullità consegue la sostituzione del tasso indicato con quello nominale minimo dei buoni del tesoro annuali o di altri titoli similari eventualmente…
Leggi tutto

Decreto fiscale: sempre ammessa nel PTT la costituzione telematica

Il decreto legge n. 119/2018 pone fine alla querelle insorta in merito alla possibilità per la parti di scegliere la via telematica anche nel caso di ricorso introdotto con modalità tradizionali. Il decreto detta infatti una norma di interpretazione autentica precisando che l’art. 16-bis, comma 3, d.lgs. n. 546/1992, nel testo antecedente alle modifiche operata…
Leggi tutto

Decreto fiscale: PTT obbligatorio dal 1° luglio 2019

Fra le novità più interessanti contenute nel decreto fiscale n. 119/2018, in vigore da oggi, vi è da segnalare l’art. 16, comma 1 lett. a) n. 4 che sancisce l’obbligatorietà del processo tributaria telematico. Più in particolare, tale disposizione prevede che «le parti, i consulenti e gli organi tecnici indicati nell’articolo 7, comma 2, notificano…
Leggi tutto

Testo ufficiale decreto legge in materia fiscale n. 119/2018

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 247 il decreto legge n. 119 del 23 ottobre 2018 recante disposizioni urgenti in materia fiscale e finanziaria. Il d.l. reca, fra le altre, disposizioni in materia di definizione agevolata dei processi verbali di constatazione (art. 1), degli atti del procedimento di accertamento (art. 2), dei carichi affidati all’agente della…
Leggi tutto

PTT: sempre possibile la notifica a mezzo pec dell’appello

CTR Toscana, sent. n. 780/06/2018 Il regolamento approvato con D.M. 23.12.2013 n. 163 non preclude la notifica delle impugnazioni a mezzo pec, essendo detta facoltà espressamente prevista e disciplinata dall’art. 16 bis del d.lgs. 546/92.

PTT: sempre ammessa la costituzione telematica

CTR Emilia Romagna sent. 1908/12/2018 del 16/7/2018 La costituzione in giudizio in via telematica, ex D.M. 23 dicembre 2013 n. 163, è sempre possibile anche quando il ricorrente abbia introdotto il giudizio con la modalità ordinaria tradizionale. Alla luce della facoltatività che ancora oggi connota l’utilizzo del PTT, il legislatore ha espresso il proprio favore…
Leggi tutto

Più facile la compensazione delle spese di lite

Pubblichiamo la sentenza n. 77 del 19 aprile 2018 con la quale la Corte Costituzionale ha dichiarato l’illegittimità dell’art. 92, comma 2, c.p.c. nella parte in cui “non prevede che il giudice possa compensare le spese tra le parti, parzialmente o per intero, anche qualora sussistano altre analoghe gravi ed eccezionali ragioni“. Invero, contrasta con…
Leggi tutto