Il reclamo avverso la sentenza di fallimento proposto da un socio

Lo studio legale tributario Ferragina & Parisi opera, da circa venti anni, nel campo del diritto tributario, bancario e fallimentare.

Il reclamo avverso la sentenza di fallimento proposto da un socio

Pubblichiamo la sentenza della Suprema Corte n. 10632 del 23 maggio 2016, relativa ad una contoversia seguita da questo studio.

La Corte ha affermato i seguenti princìpi di diritto: 

(i) il socio di società di capitali fallita è titolare di posizioni giuridiche che potrebbero essere pregiudicate dalla dichiarazione di fallimento e pertanto è legittimato alla partecipazione al procedimento prefallimentare nonché alla proposizione del reclamo, (ii) che deve essere proposto, indipendentemente dalla partecipazione al procedimento prefallimentare e dal fatto che la notifica del ricorsodi fallimento alla società fallita sia inesistente o nulla, nel termine di trenta giorni dalla iscrizione della sentenza dichiarativa nel registro delle imprese non potendosi al medesimo applicare l’art. 327, comma 2, c.p.c.

Di seguito il testo integrale della pronuncia.

 

 

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.